In News

Il Piacenza Jazz Club ha recentemente accolto una figura poliedrica come presidente: Carlo Izzo, coordinatore didattico dei corsi di sound engineering di Com2, si è assunto la leadership dell’associazione a seguito delle dimissioni di Gianni Azzali. Questo avvenimento segna un momento significativo per il club, evidenziato dall’ampia partecipazione di 130 soci all’assemblea. In questo articolo, esploreremo il contesto di questa transizione, il profilo professionale di Carlo Izzo e le prospettive future per il Piacenza Jazz Club.

Il Contesto dell’Elezione

La decisione di eleggere un nuovo presidente è stata motivata dalle dimissioni di Gianni Azzali, il predecessore di Izzo. L’ampia partecipazione all’assemblea riflette il forte interesse e l’entusiasmo dei soci nel garantire il successo continuato del Jazz Club. Dopo il saluto del presidente uscente, i due candidati, Carlo Izzo e Francesco Spezia, hanno avuto l’opportunità di presentarsi e condividere le ragioni che li hanno spinti a candidarsi.

Carlo Izzo ha una vasta esperienza nel mondo musicale, operando come tecnico del suono, tour manager e docente. La sua elezione rappresenta un equilibrio tra competenza professionale e passione per la musica. Nel ringraziare i presenti, Izzo ha espresso la sua speranza di intraprendere un nuovo cammino condiviso con tutti coloro che hanno dimostrato interesse e si sono attivati per l’Associazione.

Gli studenti del Corso di Com2 a Bologna “Tecnico Del Suono Cine Web Tv Di Nuova Generazione” (Coordinatore didattico Carlo Izzo)

Il Consiglio Direttivo: Continuità e Nuove Figure

Parallelamente all’elezione del presidente, il consiglio direttivo ha visto la riconferma di alcuni membri uscenti e l’inserimento di nuove figure. Angelo Bardini rimane vice presidente, affiancato da Angelica Dadomo, Gianni Satta, Elena Savi, Carlo Taccia e Andrea Zermani. L’allargamento del consiglio con l’inclusione di Monica Agosti, Alberto Dosi, Pietro Corvi e Nicola Stecconi porta nuove energie e competenze all’interno dell’organizzazione.

L’Attività del Milestone Live Club e il Piacenza Jazz Fest

Nonostante i cambiamenti nella leadership, l’attività del Milestone Live Club continua senza interruzioni. Il club propone un fitto calendario di concerti, creando un ponte verso il prossimo Piacenza Jazz Fest. Quest’ultimo sarà presentato alla stampa il 31 gennaio e avrà inizio il 25 febbraio, promettendo un evento di rilievo nel panorama musicale locale.

 

L’elezione di Carlo Izzo e le dinamiche del consiglio direttivo evidenziano la vitalità e l’impegno della comunità del Piacenza Jazz Club nel promuovere la cultura musicale jazz. Con una combinazione di continuità e nuove energie, l’associazione si prepara a un futuro ricco di eventi e iniziative, confermando il suo ruolo centrale nella scena musicale locale.